giovedì 20 marzo 2014

e siamo arrivati a Pointe du Raz

Nel post precedente avevo scritto che speravo di finirlo entro marzo, ma non ce la faccio, mi mancano ancora un bel po’ di foto.
Comunque sono andata avanti e un po’ di paginette da farvi vedere le ho.
Iniziamo con uno dei posti più conosciuti della Bretagna, Pointe du Raz.
Che dire, merita una passeggiata fino alla punta più estrema della costa per ammirare l’acqua blu ed impetuosa dell’oceano che si infrange sulle rocce




Il nostro pranzo e il villaggio di Locronan




Dopo il pranzo ci siamo diretti a Locronan, un villaggio medievale rimasto ancora come nel 5/600.
Questo villaggio viene usato  anche come location per film d’epoca…uno di questi è Tess di Polansky.




L’ultima tappa della giornata è stata Quimper, dove abbiamo anche pernottato, ma questo nelle prossime pagine.
A presto

domenica 2 marzo 2014

Un luogo incantevole Punta San Vigilio

Domenica scorsa sono stata in uno dei luoghi più belli del Lago di Garda, Punta San Vigilio.
Non è un paese, non ci sono negozi ma ha il porticciolo più minuscolo e romantico del lago e quando la stagione non è ancora iniziata è ancora più suggestivo.
Si trova tra Garda e Torri del Benaco e la si vede anche dalla mappa del Lago: è la punta che si vede prima del restringimento del lago.
Sulla punta c’è la Locanda S.Vigilio, un albergo d’élite molto discreto che non rovina il paesaggio
C’è un piccolo parcheggio prima di iniziare la piccola passeggiata che porta alla punta.
Alla parte opposta del porticciolo c’è una piccola baia chiamata Baia delle Sirene che d’estate è presa d’assalto dai villeggianti e che si vede benissimo dalla strada provinciale.
Ma ora eccola in tutto il suo splendore

 Ora iniziamo la piccola passeggiata su pietre lastricate che portano al porticciolo fino alla  piccolissima piazzetta con sbocco sul porticciolo.
 Facciamo  parlare le foto.












Non è deliziosa questa località.
A presto

mercoledì 26 febbraio 2014

Travel album Bretagna continua.....

Mi sono imposta una scadenza per questo album, perciò spero di finirlo entro il mese di marzo.
D'altronde sono tante le località che ho fatto in questo viaggio e almeno le più significative vorrei documentarle appunto scrappandole.
Ne approfitto, con questo album, di usare tutte le carte vecchie che ho accumulato in questi anni.

Per ora vi mostro quelle che ho fatto finora.
In queste pagine sono a Treguier, dove ho principalmente fotografato le case a graticcio.
Oltre alle case a graticcio, merita una visita la cattedrale  di Saint-Tugdual che con la sua guglia tutta traforata da sembrare un merletto è definita una delle più belle della Bretagna.

 


le case a graticcio

le mie amate porte e finestre



la Cotes d'Armor



Poi passiamo a Castel Meur. Devo dire che questo era una degli obiettivo che mi ero data nel visitare la Bretagna. Ero rimasta affascinata dalle foto che avevo visto sul web ed essendo in Bretagna vuoi che non vada alla ricerca della casetta  tra le rocce.
Non è stato semplicissimo trovarla ma ce l’abbiamo fatta.
E’ stata costruita nel 1861 sembra per riparare la costa dai forti venti e dalle tempeste che si abbattono su questa parte di costa e tuttora appartiene agli eredi dei primi proprietari.
Non ci si può avvicinare molto perché è stato proibito dai proprietari a causa di alcuni vandalismi subiti da alcuni turisti.
Però ad una certa distanza, con una bella visuale è possibile farsi la classica foto ricordo.





Nel fermarsi ad ammirare la costa un gabbiano curioso si è avvicinato alla nostra auto senza paura e noi subito a fermare l’attimo.
  
Ultima pagina per oggi, qui siamo a Pleyben nel Finistère dove si trova uno dei più importanti complessi parrocchiali della Bretagna costituito dalla chiesa, dall’imponente calvario e dall’ossario.

I calvari sono tipiche espressioni dell’arte religiosa bretone che rappresentano scene di vita e della passione di Cristo.

il gabbiano curioso


il calvario di Pleyben


giovedì 30 gennaio 2014

panorama quasi caraibico

Vista la giornata di pioggia di oggi approfitto per postare le foto di domenica scorsa fatte sul lago di Garda a Lazise.
Il pomeriggio infatti, complice la bella giornata, abbiamo fatto un giro sul lago di Garda con l’idea di fotografare il tramonto.
Siamo arrivati proprio al momento giusto, quando il sole iniziava a calare colorandosi di rosso.
Eravamo tutti in riva al lago, chi con reflex, compatte o cellulari per fotografare il tramonto.


Qui il cielo inizia a colorarsi


stesso soggetto ma qualche minuto dopo



In questa foto  non sembra di essere sul lago di Garda, ma in una spiaggia caraibica.

Cosa ne dite, non ho ragione?




Sempre più infuocata l'acqua del lago


Gli ultimi sprazzi di sole  e per ultimo il cielo dopo il tramonto


Alla prossima sperando in un giorno di sole

giovedì 23 gennaio 2014

Ancora Bretagna

Finalmente dopo sei mesi ho ripreso in mano l’album travel del viaggio in Bretagna di due anni fa.
Eravamo rimasti a S.Malò, il primo villaggio visitato in Bretagna.
Vicino a S.Malò nella stessa giornata siamo stati a Fougeres, un villaggio visto sul web e che mi aveva incuriosito.
Nella tasca ho inserito il depliant del posto.





Per la notte ci siamo fermati a Binic, un grazioso paesino di villeggiatura.
Guardate che bella vista del porto dalla finestra della nostra camera.




Una delle mete del giorno dopo era quella di vedere la casetta tra le rocce a Castel Meur o Pointe du Chateau per vedere la famosa casa tra le due rocce e per raggiungerla nelle vicinanze di Pampoil  ci siamo imbattuti nelle rovine dell’abbazia di Beauport , un luogo molto suggestivo.


qualche particolare


Ciao

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails